lisa orlando

Ida
Accorsi

Diana
Catellani

Rita
Rambelli

Rosanna
Vagge

Lisa
Orlando

Voci dalla rete

Perlungavita.it diventa grande, si fa nuovi amici, li accoglie in casa propria, li ringrazia per aver accettato l’ invito a costruire una preziosa rete di persone che guardano alla vecchiaia in modo positivo. Tutte le persone che fanno parte di queste “Voci” hanno già scritto per PLV dalla loro finestra aperta.

  • Ivano Baldini, presidente dell’Associazione AlzheimER Emilia Romagna, ha già raccontato, oltre alla sua vita, cosa è, cosa fa questa organizzazione. Su PLV ci farà conoscere esperienze nuove promosse dai familiari.
  • Diana Catellani ha accettato di aprire un altro suo blog, oltre a quello personale “nonnaonline” per raccontare il suo percorso con gli strumenti digitali, tra ostacoli e soddisfazioni.
  • Rita Rambelli è stata l’apripista, per testimoniare che gli anni sono una convenzione anagrafica, ma che si può andare “ Oltre l’età” per continuare ad essere curiosi del mondo.
  • Rosanna Vagge, anche lei già collaboratrice, medico e amante della scrittura , racconta le sue esperienze e la sua vita accanto ai vecchi delle residenze protette, ma non solo. In questa piacevole compagnia continuo le mie riflessioni sulla qualità della cura nei servizi, parlando di assistenza domiciliare.
  • Lisa Orlando, architetto, con una tesi sulla casa  idonea per gli anziani con l'Alzheimer, amante della lettura della montagna, ma anche della gioia dello scrivere: poesie, articoli, libri.Nel frattempo ha ottenuto un master in Comunicazione.
  • Ida Accorsi, insegnante di asilo nido in pensione, appassionata di Gianni Rodari e di confronti intergenerazionali coltiva i suoi interessi con l'aiuto del web.

rosanna-vaggeEugenia lavora in una struttura per anziani, quelle chiamate residenze protette ( RP) che possono svolgere anche il ruolo di residenze sanitarie assistenziali (RSA) di mantenimento (a vita) e sta frequentando, come previsto dalla normativa, un corso di formazione per operatori socio-sanitari. E'arrivata finalmente alla tesi finale.

diana-catellaniAvevo appena cominciato a tenere un blog e avevo aderito a un gruppo in cui si discuteva di politica.
Non sapevo come funzionasse la cosa e io scrivevo tutto quello che mi andava , senza tenere conto del fatto che i miei post, appena pubblicati sul mio blog, comparivano automaticamente sul forum.

 

"La più consistente scoperta che ho fatto pochi giorni dopo aver compiuto 65 anni è che non posso più perdere tempo a fare cose che non mi va di fare" Jep rita-rambelliGambardella dal film "La grande bellezza"

"Il mondo sarà salvato dalla bellezza" afferma il principe Miškin nell'Idiota di Dostoevski. : questa frase di Dostojevski sta tornando molto in auge e si è tramutata nella nuova versione "la bellezza salverà il mondo". La parola "bellezza" torna a stimolare la mente di molti, ispirando anche scrittori e registi, come dimostra il recente successo con la vincita dell'Oscar del film italiano "La grande bellezza".

rosanna-vaggeGladys è un'anziana, ma non troppo, alla quale è stata messa l'etichetta di Alzheimer.

E' itinerante e aggressiva, con tutti, impossibile gestirla al proprio domicilio: urla, si dispera, si ribella, cade, si fa male, nonostante le cure prescritte dagli specialisti, compreso quelle "speciali" per la malattia di Alzheimer. E' necessario, anzi indispensabile inserirla in una casa di riposo. E così è, quindi ... contenzioni, cintura al letto, farmaci, farmaci, sempre più farmaci .... Poi l'accreditamento e il trasferimento nella struttura dove lavoro.

Ecco una piccola testimonianza fotografica  che "osare si può (e si deve)".

Silvia è nata nel 1916 ed è la protagonista di "C'è qualcosa che non capisco" e "Incomincio a capire".


Ero da mia figlia che vive a Londra con il suo bambino. Non possiede un' automobile da quando gliel' hanno rubata ed ha deciso di non comprarne più: là i mezzi pubblici funzionano egregiamente e tenere un' auto comporta troppe spese, senza contare la responsabilità della manutenzione periodica, i limiti di traffico e le zone di transito a pagamento.
Senza automobile però il fare la spesa è un problema, perchè non si possono fare grandi acquisti, dato che c' è un limite alla capacità umana di trasportare borse e pacchi su e giù per i mezzi pubblici.....per questo mia figlia acquistava tutto al computer: la spesa per la settimana, il divano di casa, il letto o la cameretta del bimbo, la lampada da tavolo o la scarpiera....Tutto avveniva nella comodità della propria casa, senza dover andare in giro .... guardava i vari siti e poi con il bancomat procedeva al pagamento. Alla fine non le restava che aspettare la consegna a domicilio.
Mi resi conto che acquistare on line in molti casi può essere molto utile oltre che comodo.
Fu così che, una volta tornata a casa, cominciai a fare i primi acquisti via internet: libri , DVD e ricariche telefoniche utilizzando una comodissima carta prepagata, che consente di limitare i rischi di vedersi prosciugare il conto corrente dai furbastri sempre in agguato sulla rete. Di solito però la prassi da seguire garantisce un buon livello di sicurezza delle varie operazioni.
Più tardi ho chiesto alla mia banca di poter accedere al mio conto corrente e ai miei risparmi anche tramite internet e mi è stato dato in dotazione un aggeggio simile a un telefonino che mi fornisce ogni volta un codice col quale identificare l' operazione da effettuare. La sicurezza viene garantita collegando il conto al numero di cellulare del cliente.
Le prime volte non è stato semplice: dimenticavo sempre qualche passaggio o qualche particolare che era trascurabile per me, ma non per il sistema informatico che stavo utilizzando...e allora continuavo a ripetere l' operazione daccapo senza capire cosa stessi sbagliando: era abbastanza frustrante.
Ora però ho imparato che bisogna leggere per bene tutto quello che compare sullo schermo prima di iniziare a picchiare sulla tastiera, anche se la mia fretta di solito mi spinge a trascurare questo passaggio per andare subito alla fase operativa. Il fatto è che il computer, se per un verso è una macchina intelligente perché sa fare tantissime cose, per un altro verso è solo una stupida macchina, che non riesce a capire le nostre intenzioni ed è inutile arrabbiarsi con lei se non riusciamo a farci capire..... A volte basta trascurare un punto o usare una lettera maiuscola non richiesta per bloccare tutta l' operazione ...gli informatici che sviluppano questi programmi sono dei gran pignoli!!!
Io però non mi sono scoraggiata e ho continuato a provare e riprovare e alla fine ho imparato , così ora posso pagare le bollette, le tasse, le spese condominiali senza dover fare la fila davanti agli sportelli della banca o della posta. E per la ricevuta? Semplice: sarà l' estratto conto dell' istituto di credito a testimoniare l' avvenuto pagamento (come quando si fanno addebitare le bollete di gas e luce, ecc. sul conto corrente) o altrimenti basta dotarsi di una stampante (se ne trovano anche a costi molto modesti) e stampare il messaggio che la banca o la posta invia dopo ogni operazione.
Repetita iuvant : non si deve rispondere mai alle e.mail apparentemente inviate dal vostro istituto di credito e non si devono mai comunicare i dati relativi al proprio conto corrente o alla propria carta di credito o potrebbe accadere quello che si racconta qui : http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/02/20/conti-correnti-on-line-chi-e-responsabile-del- phishing/888270/. Gli istituti di credito non inviano mail !!!! Queste mail sono solo tentativi di phishing......cioè di prendere all' amo qualche sprovveduto....
Se sei una persona anziana può capitarti di avere qualche acciacco che ti impedisce temporaneamente di uscire o addirittura una malattia che limita gravemente le tue possibilità di movimento e allora devi aspettare che qualche anima buona si offra di venire in tuo aiuto o devi rassegnarti a pagare in ritardo eventuali bollettini rischiando di pagare anche multe o interessi di mora.
Ora che so come cavarmela in queste situazioni senza aspettare che arrivi mio figlio o la vicina premurosa che mi fa la spesa (molti supermercati effettuano vendite on line e relativa consegna a domicilio), mi sento più serena: mi sono conquistata una fetta di indipendenza in più e questo per una persona che vive da sola è molto importante.

Associazioni "Per non sentirsi soli"-Vignola e "G.P.Vecchi" Modena

I saperi e i sapori della memoria, cene e laboratori, in collaborazione con la condotta Slow Food-Vignola e Valle del Panaro

 

Sapori dep 98x98-01

Sapori dep 98x98-02

 

 

 

Incontro agli anni from Sara Maino on Vimeo.

 

 

 

 

 

 


Il video promozionale dello spettacolo teatrale " Incontro agli anni"

Associazione AMA di Ferrara- presentazione

AMA, fondata il 29 dicembre 1998 da 23 soci, è un'associazione di volontariato, non ha fini di lucro e persegue l'obiettivo di aiutare il malato ad accedere ai servizi socio –sanitari disponibili nel territorio ferrarese e sostenere la famiglia lungo tutto il percorso della malattia.
L'associazione è composta prevalentemente da familiari di malati , collabora con le istituzioni locali
e partecipa alla programmazione della politica sanitario-sociale locale ( Accordo di Programma)

Attività finalizzate al sostegno delle famiglie e dei malati :

Informare e sensibilizzare
-Diffondere una sempre miglior conoscenza della malattia attraverso il nostro Centro Ascolto di Ferrara ( Via Ripagrande 5)

Aiutare e sostenere
- Offrire supporto psicologico fornito da un professionista
- Preparare la famiglia ad affrontare il carico dell'assistenza ripetendo corsi di formazione specifici sulla comunicazione (ABC)
-Aiutare e sostenere tutti coloro che seguono il malato in ambito famigliare, sanitario e residenziale proseguendo con gli incontri mensili di AUTO-AIUTO
-Proseguire il Progetto "Per non perdersi": progetto di stimolazione cognitiva rivolto ai malati di Alzheimer
- Promuovere il percorso di "Yoga della risata" per famigliari e persone affette da patologie cognitive
-Partecipare al Progetto "CaFE' della Memoria" (Ferrara e Barco)
-Collaborare con le Istituzioni pubbliche e private ( Case protette, Centri Diurni, ecc.)

Partecipare alla programmazione della politica socio-sanitaria

L'accordo di Programma per il potenziamento della rete dei servizi (durata triennale
2011/13) , con il Comune di Ferrara ,l'Università degli Studi di Ferrara, l'Azienda
USL di Ferrara, l'Azienda Ospedaliera Universitaria, l'ASP Ferrara e l'ASSP Copparo
ci impegna a proseguire nelle attività di sostegno ai malati ed ai loro familiari garantendo:
Centro Ascolto, presso l'attuale sede
Consulenza legale per le famiglie dei pazienti
Sostegno psicologico rivolto alle famiglie
Informazioni sui Servizi disponibili
Distribuzione del manuale "Suggerimenti per l'assistenza al paziente affetto da demenza" a cura del dr. G.Zuliani, d.ssa S.Magon e d.ssa M.Cavalieri
Distribuzione del manuale regionale E.R. "Non so cosa avrei fatto oggi senza di te"
Distribuzione di dèpliants : La rete di servizi per le persone affette da demenza
Distribuzione di dèpliants con calendari CaFè della Memoria di Barco e di via Ripagrande

B)Attività finalizzate alla diffusione delle informazioni e alla raccolta di fondi:

-Programmare spettacoli di genere diverso (commedie, concerti , danza, cori, ecc) da rappresentare eventualmente anche nel territorio provinciale
-Organizzare mercatino di Natale
-Partecipare a manifestazioni locali, tipo Balloons Festival, Mercante in Fiera, ecc.
-Diffondere " Vivere la Memoria" periodico diretto dal dott. Riccardo Forni con uscita quadrimestrale sia in versione online che cartacea

AMA accoglie volentieri nuovi volontari che possano impegnarsi nelle varie attività attualmente aumentate ( Centro Ascolto, segreteria ,ecc..). Ciascuno può scegliere in base alle proprie esigenze il tipo di iniziativa più consona in cui cimentarsi.

AMA mantiene la quota di iscrizione soci alla cifra di € 15.00.

La nostra sede in via Ripagrande, 5 è aperta il lunedì-mercoledì-venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00.
(tel. 0532-7920970532-792097 ; cell: 338- 7918874338- 7918874 )

Per sostenere l'Associazione si può donare il 5 x mille : basta mettere la propria firma nel riquadro dedicato al sostegno al Volontariato e scrivere il seguente Codice Fiscale: 93062440388

Sito AMA:www.amaferrara.it

Appena mi vede gli occhi di Rosmarie si trasformano in due simpatiche fessure luminose, sembra un furetto che sbuca da sotto un cumulo di pesanti coperte di lana, mette fuori il musetto buffo e sorride sorniona.

Sottocategorie

Utilizziamo i cookie per garantire le funzionalità del sito e per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Continuando ne accetti l'utilizzo.
leggi la Nota Informativa Ok