rita rambelliPer il 2015 vorrei seguire la strada indicata dai grandi poeti per chi vuole vivere e costruire non accontentandosi di ciò che si è sempre fatto e di ciò che già si ha. Pablo Neruda ha scritto: "Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine/ ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi/ chi non cambia la marca o colore dei vestiti/ chi non rischia/ chi non parla a chi non conosce. Lentamente muore chi evita una passione/ chi vuole solo nero su bianco e i puntini sulle i/ (...) Lentamente muore chi non capovolge il tavolo.......".

Fare buoni propositi per l'anno nuovo è un'abitudine antica, ma da qualche tempo sembrano diventati indispensabili per darci degli obiettivi. Nella miglior tradizione del "pensiero positivo" americano, c'è la convinzione radicata che ognuno di noi non è immutabile ma è un cantiere in costruzione e può continuamente migliorare se stesso. Su questo tema psicologi e medici hanno espresso una gran quantità di opinioni e fatto esperimenti, che si propongono di aiutarci ad essere tenaci e costanti ne perseguire gli auspici che ogni anno formuliamo più o meno pubblicamente.
Chi non lo fa?? Ammettiamolo, chi vorrebbe dimagrire, chi smettere di fumare, chi ha solennemente indicato il 2015 come l'anno in cui andrà in palestra più spesso, e chi si propone di migliorare il proprio carattere in qualche aspetto particolare, o la propria cultura imparando una nuova lingua, ecc. l'elencoè lunghissimo.
Anche Marck Zuckenberg , da buon americano, sulla sua pagina Facebook ha scritto:
"Sto raccogliendo idee per le mie sfide personali del nuovo anno": chiedendo l'aiuto degli utenti. "Ogni anno mi metto alla prova per allargare le mie prospettive e imparare qualcosa del mondo al di là del mio lavoro a Facebook", ha spiegato il fondatore del social network più utilizzato al mondo. All'invito ha fatto seguire una lista dei suoi buoni propositi degli anni passati: "Imparare a parlare mandarino; conoscere ogni giorno una persona nuova che non lavori a Facebook; scrivere "grazie" ogni giorno a qualcuno che ha contribuito a rendere il mondo un posto migliore; diventare vegetariano (o mangiare solo la carne di un animale ucciso da me); indossare ogni giorno una cravatta". Sfide interessanti e tutto sommato sicuramente fattibili per un uomo che ha rivoluzionato il mondo della comunicazione e che è considerato uno degli uomini più potenti nel settore dei media, anche se non sappiamo se poi li ha veramente raggiunti!? Scrive Zuckenberg, «Ho già qualche idea per il 2015, ma vorrei la vostra opinione». Più di 30mila le persone che gli hanno risposto. Tra i suggerimenti: farsi una foto tutti i giorni, piantare un albero per ogni nuovo utente che si iscrive a Facebook , scrivere una poesia e condividerla, fare un figlio, introdurre il bottone «non mi piace».
Nel frattempo, come primo proposito del 2015, Zuckenberg ha lanciato il Club della lettura, infatti il fondatore e amministratore delegato di Facebook , ha annunciato di voler fare del 2015 'l'anno dei libri' e per questo si è impegnato - esortando la gente di tutto il mondo a fare altrettanto - a leggere due libri al mese. Dal 3 gennaio infatti sul social network è comparsa la pagina 'Year of books', che ha già raccolto a metà gennaio, oltre 250 mila "mi piace". www.facebook.com/ayearofbooks?fref=ts
"Leggeremo un nuovo libro ogni due settimane e ne discuteremo qui - si legge in un post - I nostri libri si concentreranno sull'apprendimento di nuove culture, credi, storie e tecnologie. Suggerimenti per nuovi libri da leggere sono sempre benvenuti". Il primo volume consigliato è "La fine del potere" del politologo venezuelano Moses Naim, volume di 300 pagine pubblicato nel marzo del 2013 su come è cambiata la natura delle leadership. "Sentitevi liberi di discuterne, ma mantenete la conversazione attinente a questo libro", si legge nel post.
Ovviamente è nata anche la pagina italiana " Year of books Italia" dove viene proposto il primo libro da leggere in lingua italiana entro il 22 Gennaio 2015, che è "SMITH & WESSON" di Alessandro Barricco.
Per chi è interessato non resta che seguire il consiglio di leggere e aspettare per vedere quali sono gli altri libri che consiglierà.
Il mio proposito per il 2015?: leggere e imparare di più sulla storia e l'arte della mia città, Ravenna . E il vostro??!! BUONI PROPOSITI A TUTTI!!

Biografia
Lista articoli

Utilizziamo i cookie per garantire le funzionalità del sito e per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Continuando ne accetti l'utilizzo.