Si parla di anziani a 360 gradi: uomini e donne, pazienti e curanti, nonni e consumatori, eroi dimenticati della storia, cittadini con il diritto di scegliere per la vita e per la morte, spesso ingabbiati nella solitudine ma anche con il coraggio di invecchiare.
Le “Mille parole” traggono spunto da un ripetersi di suicidi (omicidi/suicidi) di coppie di anziani, tragedie sempre più frequenti, con motivazioni diverse, ma un tratto comune: la solitudine.
L’intervista a Marina Piazza parte dal suo ultimo libro, che presento a latere, per parlare della “ vita lunga delle donne” con un messaggio: libere di invecchiare.

Di vecchi e bambini scrive Rosanna Vagge, in “Nonni oggi” a margine di un seminario, mescolando esperienza familiare ed esperienza professionale in Casa Morando.
Di un grande educatore dell’infanzia, Janusz Korczak, ci racconta Ida Accorsi ricordando la grande tragedia della guerra e la sorte dei bimbi del ghetto di Varsavia.
Un breve bilancio sulla legge 219 /2017 "Norme in materia di consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento" è redatto da Maria Laura Cattinari con uno sguardo alle decisioni che dovrebbero essere assunte in questi giorni dal Parlamento sulla modifica dell’art. 580 del CP sul suicidio assistito.
Una società che invecchia non è solo contenitore di tante patologie, ma ridisegna i suoi attori e i loro ruoli.
Se anche i medici invecchiano, la loro esperienza e il loro interesse scientifico hanno un valore? Può una società disperdere il patrimonio di conoscenze dei suoi professionisti? Se lo chiede Ferdinando Schiavo.
Da un altro versante questi vecchi non sono solo esseri non autosufficienti. Muovono, dallo shopping al turismo 620 miliardi di euro e ne parla Rita Rambelli nel suo contributo.
Buona lettura di Perlungavita.it

Biografia
Lista articoli

Utilizziamo i cookie per garantire le funzionalità del sito e per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Continuando ne accetti l'utilizzo.
leggi la Nota Informativa Ok