Anteprima

Anteprima

plv logoRiprendo nelle Mille parole il tema della formazione al digitale degli anziani: La povertà digitale colpisce e isola gli anziani negando autonomia individuale e inclusione sociale

 

paolo cendonCon il professore Paolo Cendon, i suoi Diritti in movimento e la difesa dei più deboli ancora il tema dei più fragili: Paolo Cendon - Crescono bisogni e nuovi diritti delle persone fragili da censire e tutelare

 

rosanna vaggeRosanna Vagge e le sue riflessioni dalla lettura di un libro, ma anche dal suo attuale impegno professionale s’interroga su: Quel senso del limite che non esiste più

 

lia tostatiLia Tostati, dalla sua esperienza come RAA, si chiede quanto il COVID abbia inciso sulla vita degli anziani e degli operatori: Oltre il Covid: la vita in una struttura residenziale per gli anziani

 

rita rambelliRita Rambelli si domanda perché abbiamo sempre l’idea di avere poco tempo a disposizione: Abbiamo sempre poco tempo...

 

francesca carpenedoInfine anche su PLV si parla di Natale. Lo fa Francesca Carpanedo in una intervista semiseria: Babbo Natale e Francesca: un'intervista semiseria sull'oggi e sul domani

 

 

Buona lettura di PLV e Buone Feste!

Gli operatori socio-sanitari dei servizi agli anziani e i diritti da rispettare sono al centro di questo aggiornamento di Perlungavita.it con approfondimenti e informazioni.

plv logoNelle “Mille parole” la richiesta di un adeguamento della normativa statale per costruire un unico profilo professionale degli OSS con un identico percorso di studi, formazione, esame finale e aggiornamenti obbligatori: La cura agli anziani non autosufficienti richiede un profilo nazionale degli OSS, formazione e un'organizzazione del lavoro flessibile

Le “Cinque domande” sono rivolte a Roberto Camarlinghi, direttore della Rivista “Animazione Sociale” per illustrare le finalità del prossimo convegno “L’anima politica del lavoro sociale”: Roberto Camarlinghi - Il lavoro sociale è politico perché tratta una materia pubblica: i diritti delle persone

Di formazione parla Salvatore Rao Presidente de “La Bottega del Possibile” associazione nata nel 1994 che da 28 anni incontra e forma operatori sociali dei diversi profili professionali: La Bottega del Possibile: nella cultura della domiciliarità una formazione agli operatori sociali a progettualità e relazione con le persone coinvolte

Da testimone diretto Lia Tostati, una RAA (Responsabile Attività Assistenziali) che lavorava in una struttura residenziale per anziani non autosufficienti sin dall’inizio della pandemia, ci racconta il dramma dei residenti: Gli Operatori sociali e il Covid nelle RSA

Dei diritti delle persone di tutte le età, parla Francesca Carpenedo, riportando gli impegni della Conferenza promossa della Presidenza del Consiglio dell’Unione Europa, con la collaborazione delle associazioni dei pensionati sloveni e dell’AGE Platform Europe: Cronache dall’esterno: Il Consiglio dell’Unione Europea e i Diritti Umani


Anche Ferdinando Schiavo parla di diritti degli anziani, vittime questa volta delle pretese dei figli di appropriarsi anzitempo del patrimonio dei genitori, cercando la complicità del medico: Ingrati e anime belle

 

Infine una nota di speranza da Diana Catellani che ha ripreso con successo la sua attività di volontariato per far ripartire l’UTE (Università Terza Età) di Erba: Sopravvivere al COVID

 

Buona lettura di Perlungavita.it

Ancora un aggiornamento sui temi delle demenze e delle cure.

plv logoNelle “Mille parole” un invito a trarre gli insegnamenti dalla pandemia per migliorare la qualità dei servizi: Cosa ci ha insegnato la pandemia? da dove partire per migliorare la qualità degli interventi assistenziali nelle residenze e al domicilio?

Le “Cinque domande” sono rivolte a due neuroscienziate Antonella Santuccione Chadha e Maria Teresa Ferretti sull’Associazione di cui sono cofondatrici per capire i fattori legati al sesso e al genere nelle patologie e nella diagnostica: A.Santuccione e M.T. Ferretti - Women's Brain Project: capire come sesso e genere influenzino decorso delle patologie, diagnostica, farmaci e lo sviluppo di nuove tecnologie

Diagnosi e prescrizioni errate di farmaci per le donne sono spesso al centro dei contributi di Ferdinando SchiavoMalate per forza. Saga di donne e farmaci nella famiglia Lamento


Rosanna Vagge ci racconta “con leggerezza” l’ingresso di un’anziana con l’Alzheimer a casa Morando: In questo agriturismo ci si sta da Dio!


Francesca Carpenedo conclude le sue cronache sul rapporto sull’ageismo: Cronache dall’esterno: the global report on ageism in pillole. 3. Le strategie per combattere l’ageismo e le campagne di sensibilizzazione dell’OMS


Di formazione parla Licia Boccaletti presentando un progetto: Mettere al centro della formazione i bisogni della persona con demenza: il progetto Appfordem


Anche Gabriella Lo Cascio coinvolge le persone con demenza presentando la sua esperienza di musicoterapista: Musicoterapia di gruppo con persone affette da demenza


La Festa dei nonni in narrazioni diverse, Rita Rambelli spazia nella tradizione mondiale: La Festa dei nonni nel mondo



Enrico Secchi la racconta dall’interno di una RSA: 2 ottobre: Festa dei Nonni e Prima Giornata Mondiale dell'Operatore sanitario



Infine alcune riflessioni di Diana CatellaniRiflessioni autunnali

 

 

Buona lettura di Pelungavita.it

plv logoNelle mie “Mille parole” una riflessione sul presente e sul futuro per vincere la battaglia contro le demenze: Combattere la demenza con programmi intersettoriali, superando pregiudizi, ritardi culturali e scientifici

 

L’intervista a Paola Barbarino, amministratore delegato di ADI (Alzheimer’s Desease International) che racconta le azioni intraprese e quelle future: Paola Barbarino- Solo un impegno a livello globale può sconfiggere la demenza e combattere stigma e discriminazione

Sempre di Alzheimer e demenze, parlano due scienziate Antonella Santuccione Chadha e Maria Teresa Ferretti nel libro che presento: "Una bambina senza testa": un percorso difficile per la diagnosi e la cura della demenza, ancor più se sei donna



Rosanna Vagge esce dal suo ruolo professionale per raccontarci il suo rapporto con l’Alzheimer in una storia molto personale e triste: Dedicato ad una persona amata

 

Ferdinando Schiavo, prezioso collaboratore di PLV, richiede con un documentato “questionario” la necessità di una collaborazione tra medico e cittadino: Un pieno di conoscenze e di collaborazione tra medico e cittadino


Rita Rambelli ci consiglia di vedere due film che parlano di Alzheimer, ma che sono anche due opere  valide per regia e recitazione: L'Alzheimer visto dalla settima arte

 

Parlando di discriminazione e pregiudizi, spesso mascherati, Francesca Carpenedo continua la sua illustrazione di cosa significa “ageismo” parlando di “salute”: Cronache dall’esterno: the global report on ageism in pillole - (2)


Diana Catellani riapre il suo cassetto di ricordi parlando di alcuni insegnanti incontrati sui banchi di scuola: Tra i ricordi dei miei insegnanti, spiccano alcune figure...

 

 

Buona lettura di Perlungavita.it

Andare oltre il PNRR per poter proporre e progettare un nuovo welfare per gli anziani, far conoscere nuove esperienze e allargare l’orizzonte su cosa sta succedendo nel mondo: sono i tre focus di questo aggiornamento.

plv logoNelle mie “ Mille parole” un breve aggiornamento sulle RSA e poi una domanda e un obiettivo su cui misurarsi al più presto: Come garantire qualità, flessibilità e personalizzazione nei servizi alle persone nell'era delle tecnologie?


remo sizaHo intervistato Remo Siza, sociologo con esperienza di ricercatore e Dirigente pubblico per conoscere la sua valutazione del PNRR, ma cogliere anche le sue proposte per l’attuazione: Remo Siza - Il PNRR si ferma alle soglie del sociale, parlando ai tecnici e non coinvolgendo cittadini e associazioni



rosanna vaggeCon la complicità di Rosanna Vagge, punto di forza di PLV abbiamo chiesto un reportage a un noto fotografo, Alberto Terrile, che conosce bene Casa Morando. Dalla sua visita nella residenza sono scaturiti due contributi. Una sua narrazione sulla creazione e  le scelte professionali in un reportage con vecchi, animali e operatori: Casa Morando. Una piccola storia del rapporto con la creazione e Casa Morando: I protagonisti di questa storia

ferdinando schiavoAnche Ferdinando Schiavo parla di “Benessere” derivante dal silenzio: C'è un tempo perfetto per fare silenzio



francesca carpenedoPoi Francesca Carpenedo continua la sua lezione su cosa è l’ageismo, illustrando lo scritto con una interessante tabella: Cronache dall’esterno: the global report on ageism in pillole




AlzInfine ho riportato un blog, pubblicato sul sito di Alzheimer Desease international (ADI) la Federazione internazionale che raggruppa le associazioni internazionali su Alzheimer e demenza che mi ha colpito per la drammaticità della situazione, ma anche per “la serenità e l’umanità con cui sono affrontati i casi più drammatici. Senju Joseph mi ha ricordato Atul Gawande nel suo libro “Con cura” che ho presentato anche su PLV: La vita in un centro per la cura della demenza durante la seconda ondata di COVID-19 in India

PLV non esce nel mese di agosto. Ci rivediamo a settembre
Buona lettura

 

Ancora al centro dell’attenzione il PNRR (Piano nazionale Resistenza e Resilienza), approvato già dall’Unione Europea e le conseguenze della pandemia COVID sugli anziani. 
plv logoNelle mie Mille Parole osservazioni critiche, proposte e idee sul PNRR e sulle azioni che dovrebbero accompagnare la sua realizzazione nei prossimi anni: PNRR: un'idea di welfare per gli anziani che guarda al passato e si chiude al futuro

Anche l’intervista a Luca Degani Presidente di UNEBA Lombardia riprende uno dei nodi del dibattito aperto dai numerosi anziani deceduti per COVID nelle strutture residenziali e le diverse ipotesi ora sul tappeto: Luca Degani - Le RSA vanno ripensate con una programmazione nazionale per la non autosufficienza aggiornata ai bisogni della popolazione odierna sempre più vecchia

Rita Rambelli partendo dalla sua esperienza personale denuncia le scelte di strutture residenziali che ancora non hanno adottato le misure indicate dal Ministero sull’apertura ai familiari: Quando proteggere non significa privare dei diritti fondamentali per evitare di prendersi delle responsabilità

Ferdinando Schiavo, il neurologo fidato di PLV, denuncia ancora una volta episodi di malasanità, di uno dei quali è stato protagonista diretto e fortunatamente conclusosi bene: Michele e Santo Vuazzap


Rosanna Vagge, dalla sua Residenza protetta “ Fondazione Casa Morando”, di cui è responsabile sanitaria ci presenta l’evoluzione di questo servizio dal 1942 anno di approvazione del suo Statuto sino ai giorni nostri, commentando i mutamenti negativi e positivi avvenuti nel frattempo: Si stava meglio quando si stava peggio?

Infine  la mia recensione del nuovo libro di Ilaria Tuti “Figlia della cenere” con protagonista la Commissaria Teresa Battaglia: La commissaria Teresa Battaglia rivive il suo passato e si prepara a convivere con l'Alzheimer

L’invio del Piano Nazionale Resistenza e Resilienza alla Commissione Europea apre una nuova fase di questo evento. È auspicabile che il documento esca dalle segrete stanze della presidenza del consiglio e diventi oggetto di confronto tra i diversi attori, nel nostro caso chi, a vario titolo, è impegnato sul rinnovamento e rafforzamento del welfare nel nostro Paese. PLV seguirà, nel limite del possibile, i vari stadi di avanzamento. Già in questo numero affrontiamo alcuni temi, alcuni dei quali avremmo voluto anche fossero assunti, con maggiore evidenza, come obiettivi del PNRR.

plv logoNelle “Mille parole” esprimo una prima valutazione d’insieme, registrando incongruenze e silenzi: 
PNRR: un welfare poco coraggioso e troppo condizionato penalizza anziani e persone fragili



Le RSA, come spazi e modelli costruttivi, sono oggetto più di accuse indiscriminate che di riflessioni serie e documentate per rinnovarle. Abbiamo intervistato in proposito il professor Roberto di Giulio dell’Università di Ferrara, autore di progetti e pubblicazioni sul tema sin dall’entrata in vigore del DPCM del 22/12/1989: 
Roberto Di Giulio - Risorse pubbliche insufficienti hanno imposto minimi dimensionali nelle RSA e ridotto la qualità del servizio

Il principio informatore nella costruzione di piani d’intervento pubblici risiede nel rispetto dei diritti delle persone, specie se possibili soggetti fragili come possono essere gli anziani. Un contributo di Francesca Carpanedo traccia un quadro internazionale dal suo osservatorio di membro di diverse commissioni e progetti Europei e internazionali: 
Cronache dall’esterno: come si muove il mondo a favore degli anziani

Due delle nostre preziose collaboratrici, Rosanna Vagge e Rita Rambelli affrontano con argomentazioni e esperienze diverse il dopo COVID.
Rosanna Vagge parla di diritti: 
Ri-Pensare al domani

E Rita Rambelli, riferendosi al proprio territorio e alle ipotesi previste nel PNRR, traccia una sintesi dei problemi aperti e delle possibili soluzioni: 
Sanità e welfare: cosa è emerso e cosa cambiare dopo il Covid


C’è anche chi è impegnato con gli anziani direttamente in RSA o con le Associazioni culturali
Sabrina Poggi con il prezioso contributo di Enrico, un anziano della struttura Villa Serena ci racconta uno spezzone di vita di quel microcosmo: 
Questi anziani che sorprendono!!!
E Enrico Secchi, un residente, si presenta pensando anche a un futuro impegno "Lei non sa chi sono io!"

Diana Catellani una veterana di PLV, presente sin dall’inizio, racconta con la sua capacità innata di trasmettere sentimenti e stati d’animo un’attività che hanno deciso nel suo gruppo culturale per essere vicino al mondo della scuola, insegnati e studenti: 
La scuola siamo noi

Come sempre non possono mancare le presentazioni di libri e spettacoli
Ferdinando Schiavo con la sua lente di neurologo ci racconta quanto libri, spettacoli teatrali, oggi parlano di demenze, fragilità: 
Libri e demenze, l’arte e la fatica del prendersi cura

La cura i tempi del Covid 19 copertina grandePoi del libro di Antonio Pinna “La cura al tempo del Covid- Prendersi cura dei più fragili” faccio io la presentazione, sottolineando le specificità e i punti di maggior interesse: 
La cura ai tempi del COVID vista dai più fragili

 

 

Buona lettura di Perlungavita.it

In questo aggiornamento protagoniste la prevenzione, l'integrazione socio-sanitaria e la qualità dei servizi, lette da tante angolazioni diverse, con la pandemia sullo sfondo.

plv logoNelle mie “Mille parole” auspicando un serio programma politico per gli anziani richiamo le condizioni per ritardare e curare la non autosufficienza
Prevenzione, accessibilità, qualità delle cure per ritardare la non autosufficienza e fornire risposte adeguate

All’intervista risponde Giorgio Banchieri Segretario del CDN di ASIQUAS, docente presso l’Università “La Sapienza” e presso la LUISS Business School di Roma,
Giorgio Banchieri - ASIQuAS: l’integrazione è dimensione interdisciplinare, inter professionale, inter setting, inter livello e tra ospedalità e territorio

Ferdinando Schiavo ci parla dei sintomi di un particolare aspetto della demenza: l’assenza assoluta di coscienza della malattia
La variabile impazzita

Rosanna Vagge, pensando sempre agli anziani della Casa Morando richiama insegnamenti e riflessioni di Ivan Illich, antropologo e filosofo
Ivan Illich si rivolta nella tomba

Rita Rambelli che nella sua professione si è occupata di comunicazione per ASL e Regione Emilia Romagna richiama il ruolo dell’informazione
L'importanza dell'informazione per migliorare la qualità dell'assistenza per gli anziani e le loro famiglie

Diana Catellani, racconta le sue giornate in quest’anno di pandemia
Un anno di COVID. Vivere in solitudine con la mente e il cuore pieni di pensieri dolorosi 

 

Buona lettura di Perlungavita.it

Utilizziamo i cookie per garantire le funzionalità del sito e per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Continuando ne accetti l'utilizzo.