Un indice vario e ragionato, che spazia dalla solidarietà alla felicità, seppur dimenticata, dall’Alzheimer agli istituti per anziani, dai film ai libri, cercando di dare un messaggio: le difficoltà si affrontano con più serenità quando se ne parla, quando si ha una giusta informazione, quando si vivono con una partecipazione emotiva quelle immagini e parole che gli altri ci restituiscono.

Mi occupo di solidarietà e di azioni solidali presentando il libro di Stefano Rodotà sul tema e commentando alcune nuove esperienze –cohousing e social street- con la rete dell’aiuto reciproco.
Ritorna il dottor Ferdinando Schiavo, che con la sua competenza e la sua verve letteraria ci dà informazioni precise, sull’Amnesia Globale Transitoria con un racconto brioso e un po’ ironico.
Due amiche collaboratrici Renata Rizzo e Cristina Sironi ci raccontano come hanno visto l’Alzheimer nel film “ Still Alice” e nel libro di Nadine Trintignant “Mi manchi” lettera affettuosa al fratello con l’Alzheimer.
Ancora sull’Alzheimer, ma guardando alla casa, parla Lisa Orlando, che in un suo percorso letterario arriva a costruire la sua tesi in architettura. Da questo numero Lisa aprirà il suo blog su PLV.
Poi le nostre altre voci: Diana Catellani che sempre vuole imparare qualcosa di nuovo, Rita Rambelli che “oltre l’età” che hanno raggiunto parlano ancora di mafia personaggi come Don Luigi Ciotti. Infine Rosanna Vagge legge a suo modo alcune parole che mettono un timbro, uno stigma. Tra queste il termine “ istituzione” o meglio "istituzionalizzato" riferito ad una persona.
Un ultimo ragionamento. Mi è stato detto che devo garantire anche le quote azzurre in questo sito. Spero in una collaborazione continuativa del dottor Schiavo, poi m’impegnerò per avere altri signori. Prometto