Torno a parlare di caregiver,  per sollecitare opinioni non per diffondere certezze, essendo in corso a Carpi la 4° edizione delle Giornate a loro dedicate. Le narrazioni di storie ed esperienze, come sempre, arrivano dalla Rete. Diana parla delle donne straniere conosciute all'UTE, Rosanna, dalla sua vita di medico e dal suo rapporto con i vecchi, trae spunto per riflessioni interessanti sull'idea di demenza, raccontate con tono leggero.
Tra le associazioni Alzheimer, il gruppo " Giovani nel tempo" propone giochi alle carte per ritardare l'invecchiamento cognitivo. La geriatra Roberta Francia che ha collaborato alla loro ideazione ci spiega la parte scientifica e la inserisce nel contesto umano e territoriale che l'ha promossa.
Infine il volontariato, come opportunità di invecchiamento attivo è l'oggetto di un libro, presentato da uno degli autori, Andrea Principi dell'INRCA di Ancora. Poi condivido su Facebook link ad alcune delle notizie più interessanti delle ultime settimane e ad un mio articolo ospitato sulla pagina della SISS ( Società italiana della Sociologia della salute). Buona lettura