Cari frequentatori del sito www.perlungavita.it e amici su Facebook di Per lunga vita, come preannunciato, ancora trasformazioni in atto nella mia comunicazione con i lettori.
Cerco di stare al passo con i tempi e anche migliorare l'offerta nella forma e nella sostanza, parlando contemporaneamente e con una sola voce, a tutti coloro che mi seguono, sia che accedino al social network che al sito. Ciò mi rende possibile- questo è il mio obiettivo principale-poter procedere ad aggiornamenti del sito più frequenti, almeno quindicinali o per un tema di attualità.

Da questo momento la prima pagina del sito sarà costruita automaticamente dalle mie condivisioni degli articoli che pubblico su www.perlungavita.it
Nello stesso tempo i link e i commenti che inserisco sulla pagina di Per Lunga Vita di Facebook potranno essere visti anche dai navigatori.
Per ragioni tecniche il profilo facebook diventa un profilo di comunità, ma si apre un profilo intestato a mio nome, che comparirà con relativa foto. Mi materializzo, ma sarò sempre PLV, come mi chiamate sul profilo.

Chiudo anche il profilo "Prevenzione per una vecchiaia migliore" perchè non riesco a tenerlo aggiornato e gli spazi abbandonati fanno tristezza.

Ringrazio tutti gli amici e le amiche che in questi anni hanno dato un grande contributo e, se intendete rimanere aggiornati dal sito, vi invito a cliccare "Mi piace" sul profilo "Per lunga vita".
Perchè d'ora in poi le possibilità sono diverse. Se non siete su FacebooK vi arriverà sempre la comunicazione via email (news letter), per ogni aggiornamento. Se non la ricevete e volete mantenere questo canale potete iscrivervi direttamente dal sito.
Se siete anche su Facebook, vale quanto detto prima: un clic su " mi piace".
Non preoccupatevi, questo avviso rimarra in evidenza sul sito e sul profilo.
Passando ai contenuti, in questo numero di www.perlungavita.it in " Mille Parole.." proseguo il mio messaggio ai futuri sindaci, parlando di possibili programmi per affrontare e rispondere alla non autosufficienza, il primo interrogativo che ponevo nella mia riflessione.
Altro tema d' attualità su molti giornali e sul web, la nascita delle comunità di strada, di quartiere, le socialstreet. La prima, a settembre dello scorso anno prese vita a Bologna, in via Fondazza. Ho intervistato il suo ideatore Federico Bastiani, avendo anche in mente gli anziani.
Sugli anziani, quelli colpiti da demenze, un libro "Animazione e demenze" ci viene presentato da uno dei curatori Walther Orsi, già nostro collaboratore.
Gli amici si mantengono anche con la continuità. Due i contributi in "Voci della rete" Rosanna Vagge con " Incomincio a capire" e Laura Binello con " Tilde sta morendo" Come sempre competenza professionale, capacità di osservare e decidere e tanta ironia. Buona lettura.