×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62

In questo numero riprendo, con  alcuni approfondimenti, gli argomenti che,  nella  mia “ Guida alla vecchiaia del terzo millennio”, considero come facenti parte della identità  e della domanda dei nuovi anziani.

alt

Se nella “Guida” mi rivolgo alle persone, a coloro che  affrontano una nuova fase della propria vita, su PLV  vorrei coinvolgere gli operatori e i dirigenti dei servizi,  gli studiosi del sociale, gli esperti dello sviluppo delle città. Pensare e poi programmare il welfare del terzo millennio richiede una svolta decisa nelle politiche sociali, nelle modalità di gestione, nell’uso delle risorse. Non sarà certo PLV a indicare la strada, ma provo a dare un contributo.Su PLV si parla di prevenzione, con la griglia della fragilità, che si sperimenta  a Bologna, presentata da Gabriele Cavezza; si parla di un condomino solidale, (nella foto a lato) una esperienza ultradecennale a Imola, raccontata da Laura Barelli;  del rapporto di fiducia tra le persone riletto da Mauro Doglio. Io mi soffermo su "nuove residenzialità" e abbozzo un percorso di discussione, ma vi presento anche il libro di Lidia Ravera “Piangi pure” che rientra in quel mio cesto di letture dove la visione degli anziani non è così stereotipata come alcuni cliché vorrebbero. Buona lettura