×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62


altPresentiamo un aggiornamento della situazione dei servizi per anziani nei nove comuni della Bassa Modenese, compilato per PLV dalla dottoressa Loreta Gigante, direttrice generale dell’ASP dell’area Modena Nord.

I servizi per anziani dell’area del terremoto chiedono un aiuto per ricominciare a funzionare.

Ci aggiornano ora sullo stato attuale e in futuro ci invieranno i progetti di ricostruzione. 

ASP  Area nord: i servizi per anziani a due mesi dal terremoto

alt

LE CASE RESIDENZA

 

 

 

 

 

altCISA di Mirandola

 

 

Dal  26/07/2012 è partito il rientro presso la struttura CISA di Mirandola degli ospiti evacuati il 29/05/2012; il tutto si concluderà entro il 01/08/2012.
Tali tempi si sono resi necessari in quanto è stato indispensabile ripristinare l’edificio dai danni causati dal sisma (ripresa crepe, tinteggiatura, controllo ascensori, ecc…).

 

alt

Finale Emilia

La struttura di Finale Emilia, ad oggi evacuata solo parzialmente, sarà in grado di ri-ospitare il normale numero di anziani a partire dalle prime settimane di agosto.

“Augusto Modena” di S.Felice sul Panaro

La casa residenza “A. Modena” ha subito maggiori danni, che verranno ripristinati presumibilmente dopo un lavoro di alcuni mesi. E’ ancora in corso una valutazione su come gestire questi anziani evacuati.

 

alt

 I CENTRI DIURNI 

Centro diurno di Mirandola

Attualmente abbiamo allestito nel parco adiacente alla casa residenza CISA un tendone e una casetta mobile per ospitare gli utenti del servizio. Si auspica di poter realizzare nei medesimi spazi un nuovo centro diurno costruito con criteri anti-sismici ed eco-sostenibile, completamente in legno, i cui lavori partiranno presumibilmente a settembre 2012.

 

alt

Centro diurno di Medolla

Gli ospiti che fanno riferimento a tale servizio, il cui immobile è completamente inagibile, sono stati trasferiti presso l’Oasi Le Cicogne di Medolla (parco naturalistico), in attesa di trovare una sistemazione definitiva.

 

Centro diurno di Massa Finalese

 

Tale servizio è sempre rimasto attivo, non avendo subito danni.

Centro diurno di Concordia sul Secchia

Gli anziani ivi ospitati sono stati trasferiti presso il centro diurno di Massa Finalese, in quanto lo stabile a Concordia necessita di interventi di ripristino.

Centro diurno per disabili “TANDEM”

Tale servizio è sempre rimasto attivo, non avendo subito danni.

LE COMUNITA’ ALLOGGIO 

Le comunità alloggio di Mirandola, S. Possidonio e Camposanto sono state evacuate in quanto si tratta di immobili che hanno subito diversi danni e devono essere ripristinati. Gli anziani sono attualmente ancora sfollati presso le strutture ospitanti dell’Emilia Romagna.

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

Il servizio ha ovviamente subito un brusco ridimensionamento, in quanto in seguito al sisma molti utenti hanno abbandonato le abitazioni e non hanno più richiesto le abituali attività a domicilio. Attualmente il servizio viene parzialmente svolto anche presso i campi tenda dove gli anziani sono stati accolti, oltre che nelle abitazioni rimaste agibili.

SERVIZI  AMMINISTRATIVI

 

Gli uffici amministrativi sono stati pesantemente colpiti dai sismi e non saranno più utilizzabili. L’Azienda dovrà trovare un’altra sistemazione per tale servizio.

++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

L'ASP è: una Azienda Pubblica che eroga servizi socio-assistenziali-sanitari per anziani non autosufficienti e  disabili nell’ambito dell’Unione dei Comuni Modenesi Area Nord.

L’Azienda ha valenza distrettuale, ovvero opera nel contesto dei 9 Comuni  Modenesidell’Area Nord: Camposanto, Cavezzo,  Concordia sulla Secchia, Finale Emilia, Medolla, Mirandola, San Felicesul Panaro, San Prospero e San Possidonio, interessati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012, all’interno della zona denominata “cratere sismico”.

Finalità di ASP:

ASP ha come finalità la gestione ed l’erogazione di servizi sociali e socio-sanitari rivolti a persone anziane, adulte e minori in condizioni di disagio, disabilità o non autosufficienza.  

Le tipologie di servizi gestiti da ASP:

•       Servizi residenziali per  anziani e/o disabili a diverso grado di intensità sanitaria. In dettaglio ASP gestisce:

•       3 case residenza (con un nucleo dedicato alla demenza e posti destinati alla gravissima disabilità acquisita e congenita)

per un totale di 222 posti letto, con un impiego di  158 dipendenti.

 

•       Servizi di sostegno al domicilio, a supporto della famiglia per consentire il mantenimento dell’anziano e/o disabile al proprio domicilio, così suddivisi:

•       Servizio di Centro Diurno anziani

•       Servizio Assistenza domiciliare

•       Servizio di Comunità Alloggio anziani

•       Appartamenti Protetti per disabili

•       Servizio di Trasporto

•       Servizio di Telesoccorso

per un totale di 12 strutture/servizi che offrono assistenza a 1.065 utenti, con un impiego di 115 dipendenti.

 

Conseguenze del terremoto

Gli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 hanno fortemente danneggiato tutte le sedi dei servizi e la sede amministrativa dell’ASP, costringendo ad evacuare le case residenza in 22 altrestrutture della regione Emilia Romagna  e di sospendere i servizi semiresidenziali e domiciliari.

Le strutture inagibili sono:

casa residenza A. Modena di San Felice sul Panaro;

centro diurno di Medolla

comunità alloggio di Finale Emilia, Mirandola, Camposanto

appartamenti protetti di Finale Emilia e Mirandola

sede dell’Assistenza domiciliare di Medolla

sede amministrativa dell’ASP di San Felice sul Panaro

Le strutture che richiedono una messa a norma prima di riattivare il serviziosono:

casa residenza CISA di Mirandola;

casa residenza di Finale Emilia;

centro diurno di Concordia

centro diurno del CISA di Mirandola

I soci di ASP sono i nove comuni del distretto Area Nord, che a seguito del sisma hanno subito gravissimi danni alle loro sedi municipali, agli edifici pubblici, alle scuole, ai servizi sanitari ecc.. Obiettivo di ASP è di far fronte alla ricostruzione e riattivazione, nel più breve tempo possibile, dei propri servizi, cercando di non gravare in modo consistente sui comuni soci, mobilitando, pertanto, il sistema di relazione aziendale ed i privati cittadini.

Sul sito di ASP www.aspareanord.it è indicato il codice IBAN IT34L0503466840000000032744 e C/C postale 93713493 per le donazioni.

Progetti per la ricostruzione

Centro diurno CISA di Mirandola ;

centro diurno di Medolla;

comunità alloggio di Mirandola;

appartamenti protetti di Finale Emilia e Mirandola;

sede amministrativa di ASP.

Interventi vari di risanamento e adeguamento antisismico sugli immobili da recuperare.