annalisa patrunoIstruzione e formazione

Costante partecipazione accreditata per la formazione professionale continua (E.C.M.), dalla sua istituzione ad oggi, a convegni inerenti le patologie dementigene e la loro gestione.

Iscrizione all’Albo degli Psicologi del Piemonte per l’Abilitazione alla professione di psicologo, in data 18 febbraio 2002

Laurea In Psicologia con Indirizzo Clinico e di Comunità, conseguita presso la facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino, Facoltà di Psicologia, in data 13 luglio 2013. Titolo della tesi: “La rete dei servizi per l’anziano demente: una prospettiva psicologica”. Votazione: 110/110

Diploma di Maturità Classica conseguito presso il Liceo Classico “C. Cavour “ di Torino.

Esperienze lavorative

Psicologa presso R.S.A. Il Trifoglio di Torino.

Psicologa presso Residenza Sanitaria per Anziani “Senior Residence”, Torino.

Supervisione psicologica di gruppo per operatori socio-sanitari presso Piccola Casa Divina Provvidenza Beato Cottolengo, Mappano (To).

Docente presso il Corso di Perfezionamento in Psicologia dell’Invecchiamento, dell’Università Pontificia Salesiana, SSF Rebaudengo, Torino.

Docente presso Casa di Carità Arti e Mestieri, Giaveno (To), al corso di formazione professionale per la qualifica O.S.S. (Operatore Socio-Sanitario).

Capacità e competenze relazionali

Capacità di gestire rapporti interpersonali con utenti in stato di sofferenza o difficoltà, con gruppi di lavoro ed equipe, con le istituzioni.

Capacità di comunicare in modo efficace all’interno del gruppo di lavoro e con gli utenti.

Capacità di promuovere modalità di comunicazione che permettano di sviluppare un clima di lavoro collaborativo.

Capacità e competenze organizzative

Capacità di gestire progetti, gruppi di lavoro, riunioni, situazioni di negoziazione e di presa di decisione.

Capacità di progettare e documentare percorsi di formazione e/o supervisione psicologica per operatori socio-sanitari e altri professionisti

Capacità di raccolta ed analisi del bisogno formativo e conseguente realizzazione degli interventi.

Capacità di progettare azioni volte al miglioramento, monitorandone l’andamento e valutandone i risultati.

Pubblicazioni

Ascoltare per comprendere. Comprendere per accompagnare, in Atti del VII Convegno Nazionale di Psicologia dell’Invecchiamento, 2014.

Sulle normative della Regione Piemonte. Lo psicologo e le strutture per anziani, in Notiziario dell’Ordine degli Psicologi del Piemonte, n. III Anno 2012.

Sull’Animazione in Inter-essi. Psicologia della relazione: soggetti ed Istituzioni. Proposte di Psicologia gerontologica, Quaderni dell’Associazione d’Idee, L’Artistica Editrice, Savigliano (CN), 2004

La pulsione in Inter-essi. Psicologia della relazione: soggetti ed Istituzioni. Proposte di Psicologia gerontologica, Quaderni dell’Associazione d’Idee, L’Artistica Editrice, Savigliano (CN), 2004

Un linguaggio tutto da scoprire, in Incerte regole…in certe storie, etica quotidiana con anziani e disabili, Regione Piemonte, Assessorato alle Politiche Sociali e della Famiglia, 2003.

Ulteriori informazioni

Coordinatrice della Commissione di Psicologia Gerontologica dell’Ordine degli Psicologi del Piemonte, da gennaio 2007 a gennaio 2014. Gruppo di Lavoro dell’Ordine degli Psicologi del Piemonte che riunisce psicologi che lavorano nell’ambito della terza età sul territorio piemontese.

Progettazione di ricerche in ambito scientifico in collaborazione con la Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Torino.