×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62

alt

Nato il 13 dicembre 1918 a Casalpusterlengo (Mi), dove la famiglia, originaria di Solagna (Vi), era profuga.

A 13 anni entra nel Seminario della Diocesi di Padova, dove compie tutti gli studi. Viene ordinato sacerdote a Padova nel 1941 dal Vescovo Agostini.

Dal 1941 al 1945 è vicerettore del Collegio Barbarigo di Padova

Dopo l'8 settembre 1943 si impegna attivamente nelle file della Resistenza padovana.

Dal 1945 al 1950 assistente provinciale delle Acli, a Padova

Dal 1946 al 1963 insegnante di religione presso l’Istituto di ragioneria “P.F. Calvi” di Padova.

Dal 1950 al 1963 cappellano di fabbrica con l’ONARMO (Opera nazionale Assistenza religiosa e morale agli operai), istituita da mons. Baldelli.

Nel 1951 ha istituito la Scuola Superiore di Servizio Sociale di Padova e ne è stato il direttore dal 1951 al 1970

Dal 1963 al 1965 è stato responsabile nazionale del Servizio sociale dell'Onarmo

Dal 1965 al 1969 parroco nella Parrocchia di S. Sofia a Padova

Nel 1964, con mons. Pasini e altri docenti della Scuola di servizio sociale di Padova, ha istituito un centro di studio, ricerca e formazione nel settore delle politiche sociali e dei servizi sociali e sanitari; il Centro è stato istituito con la veste giuridica di Fondazione, intitolata a Emanuela Zancan, vice direttrice della Scuola di servizio sociale e morta nel novembre 1963. Ha ricoperto la carica di presidente dal 1964 all’ottobre 1997. Sostituito nella carica di presidente da mons. Giuseppe Pasini, mons. Nervo continua tuttora la collaborazione alla Fondazione, nominato dal Consiglio di amministrazione “presidente onorario”. Nel volume curato da A. Prezioso, “Le politiche sociali in Italia: una storia, un testimone. Interviste a Giovanni Nervo della Fondazione Zancan”(EDB, 2001) è descritta sia la vita della Fondazione che la figura di mons. Nervo.

Il 2 luglio 1971 la Conferenza episcopale italiana ha istituito la Caritas italiana, "organismo istituito dalla Cei per favorire l'attuazione del precetto evangelico dell'amore nella comunità ecclesiale italiana in forme consone ai tempi e ai bisogni, in vista dello sviluppo integrale dell'uomo, con particolare attenzione alle persone e alle comunità in situazione di difficoltà" (dallo statuto, art. 1) e lo ha incaricato di organizzarla.

Nella Caritas ha ricoperto la carica di presidente dal 1971 al 1976, quando, a seguito di una modifica dello statuto, la carica di presidente della Caritas è stata assunta da uno dei Vescovi vicepresidenti della Cei; mons. Nervo è stato quindi vicepresidente e vi è rimasto tutto il tempo consentito dallo statuto nuovo della Caritas, e cioè fino al 1986.

È stato per vari anni presidente del Comitato nazionale di volontariato di protezione civile presso il Ministero di Protezione civile

Dal 1986 al 1991 coordinatore per i rapporti Chiesa-istituzioni, nella segreteria generale della C.E.I.

Dal 1992 coordinatore per i rapporti Chiesa - Istituzioni - Territorio nella Diocesi di Padova.

In data 13.11.1996 ha ricevuto la laurea honoris causa in Economia e commercio dalla Università degli Studi di Udine per il prezioso lavoro fatto, come Caritas, con il volontariato, in occasione del terremoto del 1976 in Friuli.

In data 1 dicembre 2003 gli è stata conferita la laurea honoris causa in Scienze dell’Educazione dalla Università di Padova, con la seguente motivazione:

«Fortemente impegnato nell’azione sociale dei servizi alla persona in differenti campi, con intuizione precorritrice si adopera fin dall’inizio degli anni ’50 per la formazione degli operatori del settore, creando la Scuola superiore di servizio sociale a Padova.

Con questo strumento prima e poi con la Fondazione ‘Emanuela Zancan’, centro propulsore di interventi sociali sul territorio e insieme di riflessione etica e culturale sull’agire sociale per la persona, ha contribuito a innovare profondamente metodi e cultura del welfare state e, insieme, la filosofia stessa della cooperazione tra istituzioni pubbliche, privato sociale, volontariato.

Attento e autorevole promotore dell’incontro e del confronto delle ragioni dell’azione e della ricerca, ha cercato e favorito fecondi scambi tra operatori e università.

Il suo contributo di grande tensione morale ed educativa è stato fattore significativo di rinnovamento della coscienza sociale nel paese.

La sua personale motivazione cristiana ha saputo tradursi in una proposta di riflessione e di azione sociale autenticamente laica, a promozione della comune umanità di ciascun uomo e di tutti gli uomini.

Anche per questo il suo apporto all’azione e alla scienza sociale si inscrive nel patrimonio comune della società di questo tempo».

Ha scritto e scrive su numerosissime riviste, soprattutto a carattere sociale.

Grande rilievo hanno i suoi articoli di fondo, di carattere educativo pastorale su: “Italia Caritas”, organo di informazione della Caritas italiana, sia negli anni in cui lui ne è stato il responsabile, sia anche successivamente.

Nelle pubblicazioni della Fondazione «E. Zancan» (volumi e tre riviste: «Servizi sociali», «Politiche sociali», «Studi Zancan») si trovano numerosissimi suoi contributi.

Suoi volumi pubblicati dalle Edizioni Dehoniane di Bologna:

-     Educare alla carità (1992)

-     Parrocchia e carità (1993)

-     Anziani: problema o risorsa? (1994)

-     Il consenso democratico rafforza le disuguaglianze? (1995)

-     Immigrati: una emergenza o la punta di un iceberg?(1996)

-     Obiettori di coscienza: imboscati o profeti? Riflessioni sulla pace (1996)

-     La scelta preferenziale dei poveri (1996)

-     Dio Padre, voi tutti fratelli (1999)

-     La carta di identità del cristiano (2001)

-     Non lo riconobbero (2003)

-     Ha un futuro il volontariato? (2007)

Pubblicati dalle Edizioni S. Paolo:

-     La profezia della povertà - 25 anni della Caritas italiana,intervista di G. Vallini(1996)

Pubblicati dalla Gregoriana Libreria Editrice di Padova:

-     Il dono del Vangelo - Anno B (1996)

-     Il dono del Vangelo - Anno C (1997)

-     Il dono del Vangelo - Anno A (1998)

Pubblicati dalla Cleup di Padova, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze dell’educazione dell’Università di Padova:

-     Terzo settore, associazionismo e ruolo del volontariato (2000)

Pubblicati dalle Edizioni Messaggero di S. Antonio:

a) Collana “Appunti per una formazione socio-politica”:

  1. Giustizia e pace si baceranno. Educare alla giustizia (2008)
  2. Giustizia e pace si baceranno. Educare alla pace (2008)
  3. La solidarietà. Uno per tutti, tutti per uno (2008)
  4. La povertà. Aspetti etico-valoriali (2008)
  5. Stato liberale o stato sociale?(2009)
  6. Terzo sistema o terzo settore?  (2009)
  7. Famiglia e politica  (2010)
  8. Formazione politica  (2010)

b) Collana “Appunti per una formazione socio-pastorale:

  1. La carità cuore della Chiesa (2010)
  2. Chiesa comunità di fede, di preghiera, di carità (2011)
  3. Una scelta cristiana e civile: partire dagli ultimi (2012)
  4. Catechesi e carità (2012)
  5. Il valore della testimonianza (in preparazione)
  6. L’impegno per il bene comune: la carità politica (in preparazione)

 

Recapiti:

CASA DEL CLERO

Via S. Girolamo, 25

35141 PADOVA

 

FONDAZIONE «E. ZANCAN» Onlus

Centro Studi e Ricerca Sociale

Via Vescovado, 66

35141 PADOVA

TEL. 049 663800 – FAX 049 663013

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.