×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62

alt

Direttore della UO Geriatria dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S.Orsola Malpighi

Dal 1989 al 1994 Assistente medico disciplina di Geriatria presso UO di Geriatria dell'Azienda ASL 4 di Prato
Dal 1994 al 2002 Aiuto e Dirigente di I livello UO Geriatria Azienda USL Prato
Dal febbraio 2002 al 31.3.2007 Direttore della UO Geriatria dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Interesse clinico

Complessità patologica dell'anziano
Rapporti tra disabilità e fragilità nell'anziano
Demenza, disturbi del comportamento demenza correlati e Delirium con particolare ionteresse per al gestione clinica
Disturbi del movimento e della postura nell'anziano
Ortogeriatria, osteoporosi e cadute
Odontoiatria geriatrica
Modelli di continuità assistenziale. Ha realizzato i seguenti percorsi assistenziali:
- Unità Ospedaliera dedicata al paziente con disturbi comportamentali in demenza (BPSD) gestita con metodologia multiprofessionale
- Igiene Orale nel paziente ricoverato, Progetto sull'attuazione LEA odontoiatrici in ambito geriatrico in collaborazione con l'Odontoiatria.
- Cartella Clinica web per la gestione del paziente Anziano Fragile strumento agile e flessibile,per la valutazione della complessità della Patologia Geriatrica in diversi setting assistenziali (reparto per acuti, DH, lungodegenza, ambulatorio, RSA)
- Progetto Ortogeriatria dell'Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma nel 2006 e nel 2008 Progetto Aziendale Ortogeriatria dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna
- Sistema di Gestione dei Clinical Pathways

 

Interesse di ricerca

-     Osservatorio sulla Grande Vecchiaia nell'Area Pratese.
- Progetto Finalizzato Invecchiamento del CNR quali: progetto ADI (ricerca sulla Assistenza Domiciliare Integrata) e Progetto GIFA (Gruppo Italiano sulla Farmacovigilanza nell'anziano);.
- Progetto Alzheimer della Azienda USL di Prato e Regione Toscana.
- Modelli innovativi di assistenza per la malattia di Alzheimer della Regione Toscana.
- Studio e ricerca sperimentale sulla sistemazione degli spazi assistenziali ad uso degli anziani colpiti da Malattia di Alzheimer svolto dal Centro interuniversitario di ricerca TESIS (sistemi e tecnologie per le strutture sanitarie) della facoltà di Architettura dell'Università di Firenze.
- Responsabile scientifico nei seguenti Progetti di ricerca finalizzata del Ministero della Sanità: 1. Interventi per malati di Alzheimer da includere nei livelli essenziali di assistenza socio-sanitaria 2. "La depressione dell'anziano: profili di assistenza, soluzioni interprofessionali, indicatori di efficacia".
- Partecipazione alla sperimentazione del SISTEMA DI GESTIONE DEI CLINICAL PATHWAYS che ha permesso di :1) tradurre le linee guida esistenti adeguandole ai contesti specifici in cui si svolge l'attività clinica; 2) informatizzare i Clinical Pathway, utilizzandoli per diffondere prassi cliniche consolidate e per concorrere a migliorare l'appropriatezza dell'uso delle risorse e quindi a ridurre i costi.
- Responsabile scientifico del Progetto Ortogeriatria : modelli per la gestione clinica integrata e per la continuità assistenziale degli anziani con frattura del femore Programma Ricerca Regione - Università area Governo clinico.
- Collabora con la Fondazione Zancan sia in progetti di ricerca finalizzata che in attività seminariali e di pubblicazione
- Ha collaborato alla stesura del Volume : "Architettura per l'Alzheimer : il malato di Alzheimer e l'ambiente" per gli aspetti relativi a "Sviluppo ricerca sugli aspetti critici dell'assistenza"

Incarichi di docenza

Incarico di docenza presso Scuola di Specializzazione in Geriatria e Gerontologia Facoltà di medicina e chirurgia dell'Università di Bologna.
Ha svolto attività di docenza sulle principali tematiche gerontologiche e geriatriche e in particolare sugli aspetti assistenziali della demenza in ambito regionale e nazionale.

Pubblicazioni scientifiche

Disabil Rehabil. 1999 Feb;21(2):68-73.
Effects of physical training on straightening-up processes in patients with
Parkinson's disease.
Viliani T, Pasquetti P, Magnolfi S, Lunardelli ML, Giorgi C, Serra P, Taiti PG.
Rehabilitation Department, Prato Hospital, Italy PMID: 9990491 [PubMed - indexed for MEDLINE]
Epilepsia. 1992 Mar-Apr;33(2):376-88.
Alterations of ballistic movements in epileptic patients with phenytoin
intoxication.
Benvenuti F, Bandinelli S, Mencarelli MA, Lunardelli ML, Campostrini R, Zaccara
G, Pantaleo T.
Department of Rehabilitation, Ospedale I Fraticini, I.N.R.C.A., National Research
Institute, Florence, Italy. PMID: 1547770 [PubMed - indexed for MEDLINE]