×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62

 

alt

 

Nato a Pordenone nel 1956, dal 1984 lavora nella cooperazione sociale, avendo fatto un po' tutti i mestieri sia in cooperative di inserimento lavorativo, come la Coop Service Noncello, che di servizi sociali, come Itaca (ambedue attive nella stessa città) che in consorzi, come il Cosm di Udine.

Dal 2005 sono il presidente regionale di Legacoopsociali del Friuli Venezia Giulia, e successivamente sono entrato nella presidenza nazionale dell'associazione, come responsabile per i problemi della Salute Mentale.

Prima di diventare cooperatore sociale ho fatto almeno una decina di lavori, più o meno precari, dal postino all'insegnante di musica, dall'impiegato dell'Inail all'animatore di centri estivi per l'infanzia, dal bigliettaio in un cineclub all'operaio vetraio, dal correttore di bozze per una casa editrice al compilatore di questionari per un sindacato (questo lavoro è stato l'unico "in nero"!).

Ho fatto il servizio civile come vigile del fuoco ausiliario in un comune disastrato della montagna friulana, dopo il terremoto. E, dopo una vita come attivista pacifista, ho pure fatto per un mese il responsabile di un campo profughi in Bosnia-Erzegovina. Non mi sono fatto mancare un lungo impegno politico, che mi ha portato anche a fare il consigliere comunale nella città natale.

In mezzo a tutte queste cose, sono riuscito pure a laurearmi in Storia Contemporanea. La mia tesi, in tre volumi, è stata la mia prima opera pubblicata, ed è dedicata alle origini del movimento socialista, sindacale e cooperativo in Friuli.