Salute, Benessere, Scelte individuali

Più di trent’anni fa negli Stati Uniti nacque l’Istituto “HeartMath” (matematica del cuore). Gli studi negli anni dimostrarono che stati emotivi positivi ed elevati come l’amore sincero, la sollecitudine e l’apprezzamento

La musicoterapia si inserisce all’interno degli interventi non farmacologici e costituisce una pratica piacevole sia prima che dopo l’insorgere della malattia, influendo positivamente sull’umore.

Riprendo gli spunti e pensieri di Lidia Goldoni dell’1 novembre per esprimere alcune considerazioni, frutto della mia esperienza professionale pluridecennale nell’ambito della prevenzione in sanità pubblica.

L'invecchiamento della popolazione, l'accresciuta frequenza delle patologie croniche, l'evolversi della specializzazione che porta alla frammentazione degli interventi, la richiesta di servizi sempre più qualificati e la necessità di contenere

“Activity is the best medicine”, l’attività è la migliore medicina, recita un articolo di un supplemento divulgativo del luglio di quest’anno di Nature, una delle più importanti e prestigiose riviste scientifiche del mondo, dedicato alla malattia di Alzheimer.

Finger Food  sono gli alimenti  che possono essere portati alla bocca direttamente con le mani senza l’ausilio delle posate.

Con il trascorrere del tempo una persona con demenza perde diverse capacità ma la risposta alla musica si conserva anche se la malattia è molto avanzara (Sacks, 2008).

altPerché ho accettato di scrivere un articolo su Ivan Illich

Quando Lidia Goldoni mi ha chiesto di scrivere un articolo su Ivan Illich per la sua rivista on line ho pensato che ne valesse la pena per almeno 6 motivi (via via, i motivi sono aumentati, e questo è già di per sé indicativo).Perché me lo chiedeva una amica.

Perché 40 anni fa per noi, giovani medici - ma, prima di tutto, cittadini  appassionati, visionari,