Salute, Benessere, Scelte individuali

I dati analizzati nel Rapporto Osservasalute 2011 (www.osservasalute.it), giunto alla nona edizione, evidenziano come lo stato di salute degli italiani risulti complessivamente buono, 

Ogni volta che rientro dagli Stati Uniti dopo aver imparato nuove cose su come è organizzato il loro sistema di assistenza sanitaria, sono dibattuto tra una sensazione di sconforto per la situazione praticamente al collasso e una di ammirazione per la capacità innovativa spinta dall'imprenditorialità e dalla leva del mercato. Le assicurazioni mediche, grandi società private con profitti molto elevati, negli ultimi anni hanno aumentato molto i premi imposti per la copertura dei costi di assistenza sanitaria. 

Quando si parla d’integrazione sociosanitaria, spesso ognuno di noi vede un aspetto solo: quello con cui abbiamo più sovente a che fare nel lavoro, quello che invochiamo quando si è rimbalzati, come utenti, da un luogo all’altro della rete dei servizi, quello che vede professionisti di uno stesso settore o di settori collaterali che non si parlano, non si trasmettano informazioni.

Un gruppo di lavoro nazionale, promosso dalla Siquas (Società Italiana per la qualità dell’assistenza sanitaria) si è posto alcune domande:

 

alt

Abbiamo ricevuto il programma della Summer School 2012. 

Quest’anno europeo dell’invecchiamento attivo e della solidarietà fra le generazioni pone in modo enfatico, anche nelle fotografie che l’accompagnano sui siti dedicati, la figura di un anziano attivo, che ha già in sé le premesse per dare un grande impulso alla solidarietà con le altre età.

Più di trent’anni fa negli Stati Uniti nacque l’Istituto “HeartMath” (matematica del cuore). Gli studi negli anni dimostrarono che stati emotivi positivi ed elevati come l’amore sincero, la sollecitudine e l’apprezzamento

La musicoterapia si inserisce all’interno degli interventi non farmacologici e costituisce una pratica piacevole sia prima che dopo l’insorgere della malattia, influendo positivamente sull’umore.

Riprendo gli spunti e pensieri di Lidia Goldoni dell’1 novembre per esprimere alcune considerazioni, frutto della mia esperienza professionale pluridecennale nell’ambito della prevenzione in sanità pubblica.