Salute, Benessere, Scelte individuali

chiara-piccininiNel silenzio, nello spazio che lasciamo libero, l'ascolto può ergersi, come un ponte fra l'altro e noi, fra la terra e il cielo.
Alfred Tomatis, medico otorinolaringoiatra vissuto lo scorso secolo (1920-2001), ha trascorso tutta la propria vita di ricerca e sperimentazione nel tentativo di comprendere le radici e le fronde più distanti e improbabili dell'ascolto. Le sue scoperte trovano oggi sempre più conferme da parte dei gruppi di ricerca più prestigiosi.

Che diminuire il ricorso all’ospedalizzazione e all’istituzionalizzazione comporti una riduzione del disagio per gli anziani e per le persone con esigenze specifiche e un notevole risparmio economico per le strutture pubbliche penso siamo d’accordo tutti.

Le tecnologie mobile e touchscreen (computer touch, tablet, smartphone) sono in crescente diffusione come strumenti personali per la comunicazione e la partecipazione alla vita sociale, come facilitatori per l’apprendimento e l’insegnamento e come strumenti per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro.

In questo periodo di crisi il disagio delle persone non è solo legato a fattori economici, ma anche ad un clima che favorisce disorientamento, stress, conflittualità, solitudine, perdita di senso e speranza nel futuro.

Il termine Cohousing (termine inglese adottato nelle prime esperienze nord-europee) è di difficile traduzione in italiano e quando è stato tradotto si sono usati termini diversi che colgono di volta in volta alcuni aspetti di quell'esperienza: housing sociale, condominio solidale, ecc.

Nelle traduzioni spesso si evita il termine comunità o l'aggettivo comunitario per non richiamare esperienze del passato catalogate come negative: le utopie dell’ '800 di Owen e Fourier, le comuni "sessantottine", i quartieri autosufficienti del novecento di cui l'Unitè d'abitation di Le Corbusier è una delle espressioni più note.

Anche nella cura dell’anziano, come in tutta la medicina, si è gradualmente affermata una visione secondo la quale:

-       Nuovo è meglio

-       Tutte le procedure utilizzate nella pratica clinica sono efficaci e sicure

Sono un infettivologo: come universitario ho fatto assistenza e insegnato per quasi 30 anni nella clinica di malattie infettive e tropicali a Modena, nel policlinico. In seguito ho lavorato come medico di medicina generale fino alla pensione nel 2003.

L’undicesimo Rapporto nazionale sulle politiche della cronicità “Emergenza famiglie: l’insostenibile leggerezza del Welfare”, realizzato dal Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici (CnAMC) di Cittadinanzattiva,