cristina manfrediniHANDImatica www.handimatica.com è una mostra-convegno nazionale, unica nel suo genere, dedicata alle tecnologie digitali per una società inclusiva nella quale tutti possano partecipare con le loro potenzialità, sentendosi apprezzati. Giunta alla sua undicesima edizione, la manifestazione, a cadenza biennale, è ideata e realizzata dalla Fondazione ASPHI Onlus , nata nel 1980 per “promuovere l’integrazione delle persone disabili nella scuola, nel lavoro e nella società attraverso l’uso delle tecnologie digitali”. Per la sua attività la Fondazione è sostenuta da imprese e istituzioni che, nell’ambito della loro responsabilità sociale d’impresa, supportano iniziative a favore dell’uso delle tecnologie per l’inclusione sociale delle persone con disabilità. HANDImatica persegue i seguenti obiettivi:

favorire la diffusione della cultura dell’inclusione nel contesto di vita sociale (dall’infanzia alla vita adulta), grazie anche al supporto delle tecnologie informatiche e digitali;
promuovere l'innovazione tecnologica a favore dell’inclusione scolastica, lavorativa e sociale delle persone con disabilità;
diffondere tra gli insegnanti le nuove didattiche attive, laboratoriali e inclusive;
consentire ai visitatori di toccare con mano i prodotti tecnologici sviluppati dal mercato e conoscerne le modalità di acquisizione.
Comprende:
una parte espositiva in cui produttori e distributori specializzati presentano le ultime novità tecnologiche (HW e SW);
una parte dedicata a convegni e seminari per dibattiti e approfondimenti, in cui vengono affrontati i temi più attuali e vengono presentate esperienze e prassi di lavoro;
una parte più sperimentale con workshop e laboratori.
HANDImatica è rivolta a tutti i portatori di interesse del mondo della scuola, del lavoro, a istituzioni, Università, Aziende, operatori sociali e della riabilitazione, psicologi, pedagogisti, persone con tutte le tipologie di disabilità e le loro famiglie. Si terrà pre ( via Bassanelli 9, Bologna) giovedì 30 novembre, venerdì 1 e sabato 2 dicembre 2017. . La scelta della location risponde allo scopo di inserire la manifestazione nella realtà della scuola, del lavoro e dei giovani.

A chi si rivolge
alle persone con disabilità e ai loro famigliari
al mondo della scuola: insegnanti curricolari e di sostegno, dirigenti scolastici, referenti dei Centri Territoriali di Supporto (CTS), educatori
alle aziende, dai dirigenti ai responsabili delle risorse umane
al settore socio-sanitario: operatori sociali, dei servizi territoriali e sanitari, fisioterapisti, logopedisti e riabilitatori, geriatri, operatori e responsabili di strutture per anziani
al mondo della ricerca: Università, centri di ricerca
alle istituzioni: sia al livello locale che nazionale
alle associazioni
a tutti i cittadini interessati a conoscere come le tecnologie possano incidere sulla qualità di vita e di inclusione

Area Inclusione sociale

In ambito socio-sanitario, Asphi svolge da diversi anni attività volte a favorire partecipazione, comunicazione, riabilitazione e autonomia delle persone con disabilità. Queste competenze sono particolarmente importanti nello scenario attuale, caratterizzato da cambiamenti tecnologici e culturali: da un lato la sempre più larga diffusione nel quotidiano di tecnologie digitali di facile uso e strumenti mobile ha reso possibile il coinvolgimento attivo delle persone con disabilità, grazie anche agli sviluppi in termini di accessibilità, personalizzazione delle interfacce e collegamento con il mondo degli ausili. Dall’altro lato c’è una crescente consapevolezza dei diritti delle persone con disabilità a partecipare alla società in modo responsabile e attivo e ad esercitare le proprie capacità di autodeterminazione.
Su questo scenario si è affacciata da alcuni anni la constatazione dell’invecchiamento della popolazione, con una crescita delle persone con fragilità e limitazioni o non più autosufficienti.
Handimatica darà rilievo a questi temi, sia nell’area espositiva, dove saranno presenti molti strumenti utili a persone con disabilità o anziani con fragilità e limitazioni, sia nel programma degli eventi.
Gli eventi dell’area sociale sono organizzati in tre percorsi:
1. Percorso disabili adulti 
2. Percorso anziani
3. Percorso tecnologie su misura e creative

EVENTI ORGANIZZATI DA ASPHI area SOCIALE:
• 30 NOVEMBRE
Seminario (10:30/13:00) "Adulti con disabilità in una società sempre più digitale" cui seguirà il
Laboratorio (14:00/17:30), "Disabili adulti: tante esperienze con le tecnologie, a volte
sorprendenti" presso il nostro stand ASPHI area sociale, per entrambi gli eventi sono previsti i crediti ECM;
Seminario (14:30/17:30) "Make to Care: la rete dell’innovazione dal basso per la disabilità"

• 1 DICEMBRE
Seminario(10:30/13:00) "Anziani fragilità e tecnologie: come la tecnologia può qualificare i servizi e crearne di nuovi" cui seguirà il
Laboratorio (14:00/17:30), "Anziani: ricerche in corso ed esperienze già in atto” per entrambi gli eventi sono previsti i crediti ECM;
Seminario (14:00/17:30), Digital Health: dall’esperienza del Progetto HEAD al Processo di Teleriabilitazione Neurocognitiva

• 2 DICEMBRE Laboratorio "Click4all: creatività e personalizzazione a favore dell’inclusione" organizzato in due sessioni fruibili anche singolarmente (I sessione, ore 10.00/11.30: Funzionalità ed esperienze d’uso di click4all; II sessione, ore 15.00/17.00: Costruisci le tue interfacce e attività personalizzate)

Con il seminario "Anziani fragilità e tecnologie: come la tecnologia può qualificare i servizi e crearne di nuovi" si vuole proporre un momento di scambio e riflessione su come la tecnologia possa qualificare servizi già esistenti o renderne possibili altri.
Le tecnologie fanno parte della nostra quotidianità e stanno fortemente innovando sistemi di cura e mantenimento della qualità di vita, cercando di rispondere a bisogni emergenti come il sostegno per una longevità attiva, la gestione della fragilità e non-autosufficienza.
Agenda del seminario:
Coordina: Rosangela Ciarrocchi Dirigente Sociologo Attività Socio-Sanitarie, Azienda USL di Bologna
• L’esperienza dei “Centri Diurni 2.0”: un percorso di innovazione nei servizi
Raffaella Ansaloni – Responsabile Centro servizi Giovanni XXIII ASP Bologna
• Consulenze personalizzate in struttura, tecnologie e ausili per l’autonomia
Federica Taddia Responsabile animazione Villa Serena e Ranuzzi Bologna
• Risorse di competenza nel sistema regionale dei servizi: i Centri Ausili e la rete dei CAAD per l’adattamento domestico
Claudio Bitelli – Resp. Ausilioteca AIAS BO onlus/Area Ausili di Corte Roncati
Az.USL Bologna)
• Sperimentazione di un modello di welfare 3.0: consulenze e tecnologie per il domicilio
Cristina Manfredini Responsabile area sociale Fondazione Asphi Onlus
• Tecnologie a supporto delle persone con Alzheimer: l’esperienza del progetto
Home4Dem
Rossi Lorena – Dirigente Laboratorio di Bioinformatica INRCA Ancona
U.O. Modelli Assistenziali e Nuove Tecnologie
• Le competenze tecnologiche nella professionalità dell’animatore: innalzare la qualità dei contesti e delle relazioni di cura. il Progetto Europeo “SALTO”
Elena Luppi – Docente Università Bologna, Pedagogia Sperimentale
• Caregiver e assistenti familiar,dal riconoscimento del ruolo DGR 858/17 a possibili nuove competenze anche con l’ausiliodi tecnologie
Simonetta Puglioli Funzionario Regione Emilia-Romagna
• Conclusioni e prospettive di ricerca: longevità, fragilità e servizi alla persona
Franco Molteni – Direttore divisione di medicina riabilitativa Ospedale Valduce
“Villa Beretta” Lecco

All’interno del laboratorio "Anziani: ricerche in corso ed esperienze già in atto” sono presenti:
Centri di Ricerca Italiani impegnati in progetti rivolti a persone anziane con fragilità e non autosufficienza (Alzheimer, Parkinson), che mostreranno gli sviluppi rispetto a sistemi di riabilitazione, sostegno, sicurezza e qualità di vita.
Centri Diurni e strutture residenziali per anziani, dove sarà possibile toccare con mano ed ascoltare dalla voce degli operatori l’esperienza d’uso di tecnologie multimediali e ausili, di supporto ad attività di valutazione aspetti funzionali, stimolazione cognitiva e motoria, reminiscenza, comunicazione, compensazione dei deficit, partecipazione. In seguito ad un percorso formativo e di co-progettazione con Asphi, hanno sperimentato strumenti e applicazioni inserendole nelle attività di tutti i giorni (computer touch, tablet, sensore di movimento Kinect, tastiera facilitata, amplificatori uditivi, strumenti di ingrandimento, comunicatori, ausili, interfaccia creativa Click4all, Tag NFC...)

Postazioni del laboratorio
Strutture residenziali Centri Diurni, Centri specializzati Alzheimer (tecnologie e ausili per la valutazione di aspetti funzionali, compensazione dei deficit, stimolazione cognitiva e motoria, reminiscenza, comunicazione, partecipazione.
o Villa Serena e Villa Ranuzzi Bologna Federica Taddia responsabile animazione
o ASP Bologna Centro Diurno Albertoni Rosario Gagliardi Coordinatore
o ASC Insieme Comuni Reno Lavino Samoggia, operatori Centri Diurni

• Tecnologie, ausili e piccoli accorgimenti per il sostegno dell’anziano fragile a domicilio e del caregiver (Sperimentazione di un modello di welfare 3.0)
Cristina Manfredini coordinatrice area sociale Asphi
• Tecnologie a supporto delle persone con Alzheimer: l’esperienza del progetto
Home4Dem
Paolo Olivetti, Laboratorio di Bioinformatica INRCA Ancona
U.O. Modelli Assistenziali e Nuove Tecnologie
• Ambienti domestici assistivi e riconfigurabili e smart objects per il supporto all’autonomia e la prevenzione del declino funzionale
Lorenzo Chiari, Direttore Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale
su Scienze della Vita e Tecnologie della Salute, Università di Bologna
• Telemedicina e malattia di Parkinson: il monitoraggio terapeutico al domicilio del paziente. Studio clinico pilota
Dott.ssa Manuela Contin, Laboratori scientifici di Neurobiologia clinica, IRCCS
e Scienze Neurologiche di Bologna e Dipartimento di Scienze
Biomediche e Neuromotorie, Università di Bologna

Oltre agli eventi segnalati, vi aspettiamo presso lo stand ASPHI area sociale aperto dalle 9:00 alle 18:00, avrete la possibilità di vedere, toccare e provare diverse tecnologie e di confrontarvi con esperti per sapere come sono state usate in vari campi (per esempio con disabili adulti; con anziani con difficoltà di comunicazione, o uditive o visive, con demenza o Alzheimer; o ancora in campo riabilitativo)

Le tecnologie saranno organizzate in diverse aree:
1. Kinect, click4all e altre tecnologie per la stimolazione motoria e cognitiva o per la riabilitazione fisica e/o neurologica
Esercizi, attività ed esperienze
Senza titolo2 handi

 

 

2. Anziani a domicilio o in struttura, con difficoltà di comunicazione, o uditive o visive, con demenza o Alzheimer
Attività ed esperienze per la stimolazione cognitiva e della memoria e il divertimento; strumenti per compensare/ridurre l’impatto di deficit uditivi, visivi, di comunicazione; piccoli ausili per il domicilio, accorgimenti e adattamenti ambientali, strategie per sostenere la relazione con il caregiver, sensori per la sicurezza e la geo-localizzazione.


computerComputer2Computer3

 

 

Schermata 2017 11 21 alle 15.34.33 

 

 

 

 

 

 

 

3. Stampa 3D e click4all
interfacce creative e personalizzate per accedere a PC, smartphone e tablet:.
Oggetti d’uso comune (frutta, acqua, pongo, tessuto, ) o pulsanti su misura realizzati con una stampante 3D perché anche persone con disabilità motorie o cognitive complesse possano ascoltare una playlist, guardare foto, navigare in internet, giocare, telefonare, ecc.
Joystick adattati per consentire l’accesso ai videogiochi anche a seguito di lesioni gravi da trauma.
Handy4andy5

 

 

 

4. Tinkering:

Per rendere più concreto e coinvolgente l’approccio alle tecnologie ed esperienze in mostra, abbiamo organizzato tre laboratori:
• 30 Novembre - 14:00/17:30 “Disabili adulti: tante esperienze con le tecnologie, a volte sorprendenti”
• 1 Dicembre - 14:00/17:30 “Anziani: ricerche in corso ed esperienze già in atto”
• 2 Dicembre - 15:00/17:00 “Click4all: creatività e personalizzazione a favore dell’inclusione”

 

Biografia
Author: Cristina Manfredini