Dal 6 al 15 maggio 2011 le città di Carpi, Correggio, Modena e Bologna, ospiteranno la13a edizione del Festival Internazionale delle Abilità Differenti.

Il titolo di quest’anno ‘TWINKLE. E quindi uscimmo a riveder le stelle’ fa riferimento a quel luccichio che si trova negli occhi di ognuno di noi e che si fa ancor più evidente quando abbiamo la possibilità di seguire e realizzare i nostri desideri. L’esperienza pluriennale del Festival ci ha dato la possibilità di incontrare questa luce nei protagonisti, ovvero nelle numerose persone che non si sono fermate davanti ad un mondo imperfetto, bensì hanno deciso di rimboccarsi le maniche al fine di valorizzare i propri talenti, a prescindere dalla condizione di limite di partenza.

Quest’anno l’offerta del festival si articolerà in spettacoli di danza, musica e teatro, rassegne cinematografiche, convegni e workshop che si declineranno all’insegna del minimo comune denominatore dell’integrazione: artisti professionisti, artisti emergenti, studenti delle scuole di ogni ordine e grado si adopereranno per uno scopo comune. Il teatro Comunale di Modena farà da cornice all’ouverture del festival che prevede diverse performance frutto di originali collaborazioni: il saxofonista britannico David Jackson, gloria dei Van Der Graaf Generator, si esibirà assieme alla band musicaleScià Scià che utilizzerà il metodo Soundbeam® messo a punto da Jackson stesso; il celebre cantautore canadese Justin Hines sarà accompagnato dal chitarrista Justin Abedin unito per l’occasione al Quartetto d’archi Koiné; la cantautrice statunitense Shannnon de Vido, nota anche al grande pubblico come attrice, sarà accompagnata al piano da Nora Whittaker e, dulcis in fundo, la compagnia spezzina DANZabilimente proporrà un toccante pezzo sulle note de ‘La cura’ di Battiato. Due saranno gli spettacoli nei quali sarà evidente il lavoro sinergico portato avanti insieme per mesi dagli allievi delle scuole locali e dai ragazzi disabili della Cooperativa Sociale Nazareno: mentre il Liceo Rinaldo Corso di Correggio metterà in scena, assieme alla Compagnia Manolibera un’opera teatrale tratta da ‘Così è, se vi pare’ di Pirandello, le Scuole Medie Alberto Pio di Carpi si cimenteranno in uno spettacolo musicale che nel contempo renderà omaggio alla lirica italiana di Verdi, all’Inno Nazionale ed alla tradizione popolare emiliana, attraverso i brillanti testi del narratore bolognese Maurizio Garuti. Parteciperanno allo spettacolo l’attrice Claudia Penoni ed il comico Paolo Cevoli di Zelig che anche quest’anno sono i testimonial dello spot televisivo della manifestazione.

Sul palcoscenico del Teatro Asioli di Correggio, all’interno del concorso-rassegna Open Festival realizzato in collaborazione con il Liceo S.Tomaso, si confronteranno le compagnie emergenti nell’ambito del teatro e della danza che saranno valutate da una giuria che decreterà le migliori performance e le premierà.
L’offerta dei laboratori aperti alle scuole ed ai centri socio riabilitativi spazia dai più tradizionali laboratori di danzateatro e arti marziali ai più innovativi laboratori musicali con metodo Soundbeam® fino ad arrivare al sidecar tour e all’osservazione degli astri.La residenza bolognese di Maria Domenica Mantovani proporrà un pomeriggio di musica e danza all’interno del quale si esibiranno artisti canadesi, nordamericani ed italiani.

La rassegna cinematografica toccherà tematiche delicate attraverso due linguaggi completamente diversi quali il documentario biografico d’essai ed il crudo realismo del cinema del nostro secolo. Da un lato il minuto linguaggio di Un’ora sola ti vorrei descrive il male di vivere di una giovane donna che al contempo risulta essere protagonista e madre della stessa regista Alina Marazzi la quale, attraverso questo lavoro, trova il modo di ricostruire la storia della propria madre, che viene raccontata dal dissonante doppio registro delle filmine di famiglia e dalla lettura del suo diario. Dall’altro lato l’asciutto realismo del film Pietro del regista Pietro Gaglianone, proporrà l’asciutto realismo di un’inconsueta relazione tra fratelli nella quale è il ragazzo disabile a prendersi cura del fratello tossicodipendente. Questo tipo di riflessione sul valore aggiunto del ‘fattore umano’ verrà approfondita nel convegno di psichiatria ‘Un cervello per amico’ che vedrà eminenti relatori dibattere sul tema del rapporto tra mente e cervello, alla luce delle recenti evidenze scientifiche che attestano l’irriducibilità della prima al secondo.

Il Festival si concluderà con lo spettacolo teatrale ‘Truffaldino. Il servitore di due padroni’ della Compagnia Manolibera della Cooperativa Sociale Nazareno. 

Il Festival raccomanda, infine, le serate di danza Luna Latina’ presso il teatro De André di Casalgrande in cui gli alunni della scuola si esibiranno insieme agli artisti del Festival.

Il fitto programma della manifestazione che spazia tra Goldoni, cinema, lirica ed arti marziali,Pirandello e sidecar auspica di fornire un’occasione per condividere quel bagliore, quel luccichio che c’è in ogni persona. 
Buon 'TWINKLE. E quindi uscimmo a riveder le stelle'.


BROCHURE 2011
 
COMUNICATI:  Festival 2011

 

{youtube}81zMAEAk0mY{/youtube} {youtube}fTzdXndc9jk{/youtube}